Bonus Musica 2020

Bonus Musica 2020

Banda Vimercate - gio 15 apr

Bonus musica 2020 (aggiornamento)

Aggiornamento del 17 dicembre 2020

È stato pubblicato il decreto attuativo del Ministero dei Beni Culturali relativo all'erogazione di contributi per l'educazione musicale di minori di 16 anni. 

Per l'anno 2020, il contributo è riconosciuto per le spese sostenute per la frequenza delle lezioni di musica dei figli minori di anni sedici già iscritti alla data del 23 febbraio 2020 a scuole di musica. 

Potranno richiedere il contributo i nuclei familiari con ISEE fino a 30.000 euro. 

Il contributo può essere richiesto per una sola volta da ciascun nucleo familiare, a condizione che la spesa sia effettuata con versamento bancario o postale o mediante altri sistemi di pagamento diversi dal contante. 

L'importo del contributo è di 200 euro per ciascun beneficiario, seguendo l'ordine cronologico di presentazione delle domande e fino a esaurimento dell'importo stanziato di 10 milioni di euro per l'anno 2020. 

La domanda di partecipazione deve essere compilata ed inviata esclusivamente in via telematica a partire dal 15 marzo 2021 ed entro le ore 12 del 15 aprile 2021, a pena di esclusione, utilizzando la specifica applicazione informatica che sarà resa disponibile sul sito internet www.beniculturali.it

---------------------------------------

  • Il bonus musica 2020 è un contributo elargito alle famiglie con un reddito Isee non superiore a 30mila euro, ed ammonta a 200 euro.
  • Questa somma può essere spesa in favore di figli con età inferiore a 16 anni per sostenere le spese di lezioni di musica. Per avere il bonus bisognerà presentare il pagamento tramite banca, posta o altro mezzo tracciabile.
  • Come richiederlo: bisogna ancora attendere un decreto del Ministero per i beni e le attività culturali.

 

Pertanto il nostro consiglio è quello di non effettuare pagamenti in contanti e preferire un movimento tracciabile come il bancomat (o carta di credito o bonifico). 

Sarà nostra premura aggiornarvi una volta pubblicato l'apposito decreto attuativo. 

Evento precedente

Aggiornamento del 16 gennaio